My Hero Academia: come realizzare le granate e gli stivali di Katsuki Bakugou

My Hero Academia è una serie anime molto in voga, trasmessa per la prima volta in Giappone nel 2016, che tratta le vicende di studenti con poteri unici chiamati Quirk, che frequentano una prestigiosa scuola per supereroi, il Liceo Yuuei, e che, durante l’anno scolastico, affrontano numerosi Villain, in particolare quelli che fanno parte dell’Unione dei Villain, capeggiata da Tomura Shigaraki. La storia si concentra in particolare sulla vita di Midoriya Izuku, chiamato dal compagno di scuola ed amico di infanzia, Katsuki Bakugou, in maniera dispreggiativa “Deku”, che riesce nel corso delle puntate ad ottenere il One For All, grazie al suo mentore All Might, noto impavido eroe.

In Italia, ma anche nel resto del mondo, i personaggi e i loro costumi hanno ispirato molti Cosplayer: in questo articolo parleremo di come realizzare le granate e gli stivali di Katsuki Bakugou.

Katsuki Bakugou

Prima parte: le granate

Cosa ci serve

Premetto col dire che i materiali che useremo sono molto “poveri” e alla portata di tutti
Vediamo insieme:

  • Carta
  • Cartone (per alcune parti useremo in questo tutorial il cartone di pizza che è molto malleabile e facile da lavorare)
  • Acrilico nero
  • Acrilico argento
  • Acrilico verde
  • Penna
  • Carta di giornale
  • Colla vinilica
  • Bicchiere di plastica
  • Colla Artiglio oppure Bostik
  • Forbici da cucina
  • Scotch di carta
  • Una riga lunga
  • Pennello per dipingere
  • Bomboletta spray di fondo aggrappante per plastica

N.B.: I seguenti pezzi che vedrete in foto sono stati disegnati seguendo un cartamodello che è scaricabile gratuitamente da questo sito: https://drive.google.com/file/d/1qkpxfFUY-xJm6gvqpmd6Ae8-PvUBH92S/view
Durante la realizzazione, l’ho modificato, modellato e completato diversamente da come indicato nel sito.

Creiamo la struttura

Iniziate a stampare (tutti i fogli, tranne l’ultimo che NON vi servirà), far combaciare e unire con lo scotch di carta i vari pezzi, dopodiché tracciate con una penna i contorni dei pezzi ritagliati direttamente sul cartone e sul cartone di pizza. Alcune parti, come indicato dai pezzi, si dovranno ritagliare più volte per creare la rotondità della granata.

Unite i primi pezzi. Nel caso si dovessero staccare, consiglio una piccola quantità di Bostik per garantire l’unione perfetta dei pezzi incastrati. Una volta assemblati, otterrete quanto segue.

Primi pezzi assemblati

Ripetete lo stesso procedimento con gli altri pezzi ed otterrete lo scheletro completo della granata, come nella seguente foto.

Scheletro della granata completato

Voi direte, abbiamo concluso. Ebbene, no: adesso vi farò vedere come andrà rivestito per sembrare sempre di più una vera granata.

Rivestiamo la struttura con la carta di giornale

Prendete un foglio di carta di giornale, piegate la pagina ed iniziate a tracciare, con la penna e riga lungo tutta la base del foglio, dei rettangoli lunghi 5 cm, alti, invece, 4 cm. Ad ogni fine di rettangolo tirate una linea sia in orizzontale sia in verticale, aiutandovi con la riga, ed otterrete tanti rettangoli. A questo punto, partendo dalla fine di ogni rettangolo, inizieremo a tagliare dal basso verso l’alto, con le forbici da cucina, ed otterremo tante strisce di carta di giornale. Adesso, per velocizzare, raccogliete un paio di queste strisce ed iniziate a tagliare i rettangoli orizzontalmente: otterremo tanti pezzettini di rettangoli.

Versate, adesso, nel bicchiere di plastica, la colla vinilica che uniremo con l’acqua (un filo di acqua in modo tale da non annacquare troppo la colla): quando il composto sarà pastoso, prendete un pennello per dipingere ed iniziate a mescolare.

A questo punto iniziate a rivestire il cartone in questo modo: prendete il pennello intinto nel composto di acqua e colla vinilica, lo passate su sulle parti di cartone vicine in modo da farlo aderire bene. Se serve, potete incollare anche più strati in modo tale da non farlo strappare.

Attenzione: quando finiranno i rettangoli da incollare, dovrete ripetere l’operazione spiegata precedentemente e rifare tutto il procedimento. Ricoprite tutte le parti del cartone finché non ci saranno più buchi e fin quando non sarete soddisfatti. A questo punto, otterremo questo:

La granata rivestita con carta di giornale

Prima fase di colorazione

Per colorare io uso gli acrilici di marca Maimeri con cui mi sono trovata sempre bene. In questo caso dobbiamo usare i seguenti colori: l’Argento (Nr. 003) per la sicura, la parte inferiore e la parte superiore e il Nero (Nr. 530) per l’interno e i quadrati vuoti.

Riempiamo gli spazi rimanenti

Per realizzare il riempimento degli spazi che rimangono consiglio di usare della plastica dura, ma spugnosa, che si può tagliare solo col cutter. Ovviamente ogni quadrato avrà dimensioni diverse tra loro quindi misurate ogni spazio vuoto e ripotate le misure su questa plastica: otterrete tanti quadrati come nelle foto seguenti.

Nella parte superiore, specialmente quella che si trova sotto la sicura, non saranno più quadrati gli spazi da riempire, ma rettangoli e anche quelli non saranno tutti uguali tra loro: dovrete dividere in 3 piccole parti un rettangolo di plastica e scavarlo in modo tale che tutti i pezzi si possano intersecare tra loro.

Collage del taglio dei quadrati

Per fare rimanere la granata molto aderente al nostro polso, dovremo inserire ed incollare 4 rettangoli di queste dimensioni: lunghezza: 9,5 cm, larghezza 2,5 cm. Li tagliamo col cutter e con l’aiuto del Bostik incolliamo questi pezzi proprio sotto, nella parte in cui esce la mano, come nelle foto che seguono.

Seconda fase di colorazione

Prima di colorare i nostri quadrati, dovete spruzzare un velo di fondo aggrappante per plastica in modo tale da non far togliere il colore. Lasciate asciugare, all’aria, per un paio d’ore: adesso possiamo colorarli.

Il colore che useremo è il Verde Ftalo (Nr. 321) sempre della marca Maimeri: prendete il pennello, intingetelo nel colore, spalmatelo in ogni quadrato, in tutte le sue parti, tranne nella parte posteriore. Otterremo tanti quadrati colorati di verde, come in foto.

I quadrati di plastica colorati

Il momento finale

Con l’aiuto del Bostik, incollate tutti i quadrati e i rettangoli della parte superiore. Fate una leggera pressione sui pezzi affinché possano aderire bene col cartone rivestito. Una volta incollati, lasciate riposare un giorno.

Et…voilà, la nostra granata, è conclusa. Ecco come si presenta una volta terminata:

La granata conclusa

Adesso passiamo agli stivali.

Prima parte: gli stivali

Cosa ci serve

  • Un paio di stivali con la suola in gomma e con la zeppa
  • Due fogli di Eva Foam (quello che si compra nei negozi dei cinesi va benissimo), uno di colore nero e uno di colore arancione
  • Acrilico nero
  • Acrilico arancione
  • Pennello per dipingere
  • Scotch di carta
  • Forbicine
  • Una moneta da 1 centesimo
  • Colla Artiglio oppure Bostik
  • Fondo aggrappante per plastica
  • Penna

Preparazione alla colorazione

Iniziate a mettere lo scotch di carta nel bordo della suola per evitare di colorarla.

Stivale con bordo rivestito di scotch di carta

Nella parte iniziale della scarpa, dal centro, misurate 4 cm per ogni lato e disegnate una piccola fascia rettangolare delle seguenti misure: altezza: 2 cm, larghezza 5,5 cm. Nel retro dello stivale, invece, dal centro della cucitura, segnate 3 cm per lato. Dallo stesso punto, segnate l’altezza del rettangolo, ovvero 2 cm, e quindi unite tutti i punti: verrà fuori questo disegno, sia davanti, sia dietro.

N.B.: Le misure sopra riportate ovviamente variano da misura di scarpe a misura di scarpe, queste da me ideate sono le mie personali.

Il disegno anteriore
Il disegno posteriore

Colorazione

L’acrilico che useremo per colorare gli stivali è di marca Deka, tipologia Lack che è adatto per le scarpe, in modo tale da non far fare il solito “crack” alle scarpe mentre si cammina. Consiglio di acquistarne due/massimo tre visto che lo vendono solo nella boccetta di vetro da 25ml.

Prendete l’acrilico nero e iniziate ad intingere il pennello per poi passarlo vicino al bordo, lungo tutto lo stivale, tranne che nella parte in cui avete ottenuto il disegno della fascia rettangolare.

Lasciate asciugare mediamente per un giorno intero quindi, date una seconda passata per essere più sicuri ed assicuratevi che il colore originario dello stivale non si veda più.

Passato mediamente un altro giorno togliete lo scotch di carta e colorate i disegni che abbiamo lasciato sia davanti, sia dietro di arancione ed otterrete quanto segue.

Il nostro stivale colorato

Colorate tutto il perfilo dello stivale sempre di arancione. Anche in questo caso assicuratevi di passare più volte il colore per renderlo più arancione possibile. Il risultato finale, sarà questo:

Il nostro stivale col perfilo colorato

Una volta terminata questa operazione, dovremo realizzare le fasce che Katsuki ha sul bordo degli stivali

Passiamo alla realizzazione e all’applicazione dei particolari

Prendete un foglio di Eva Foam di colore nero e formate due rettangoli: uno che misuri da un lato 3 cm e da un altro lato misuri quanti centimetri vi sono dall’inizio della zip dello stivale fino all’altro lato, in corrispondenza dell’inizio della zip, l’atro che misuri sempre 3 centimetri da un lato, ma stavolta per l’altro lato quanti centimetri vi sono dall’inizio della zip fino all’altro lato.

I nostri 2 rettangoli di Eva Foam

Successivamente spruzzate un poco di fondo aggrappante per plastica sui rettangoli e lasciate asciugare completamente per poi colorarli di nero.

Lasciate asciugare ancora e dopo prendete la colla Artiglio, passatela lungo i bordi di ogni rettangolo e anche dentro, lasciate asciugare un poco e quindi incollateli lungo i bordi dello stivale. Fate un poco di pressione con le dita in modo tale da far incollare bene la colla allo stivale.

Una parte di rettangolo automaticamente non sarà incollata, sulla parte finale di essa dovremo incollare un quadratino arancione, realizzato sempre in Eva Foam, stavolta arancione, della misura di 3 cm x 3 cm. Per far sì che non si stacchi incollare nel retro del rettangolo nero un altro rettangolo con misure 11,5/12 cm. Se il rettangolo sotto è troppo lungo, ritagliatelo fino al quadratino arancione.

Lo stivale completo con i rettangoli di foam incollati

L’ultimo step sarò quello di creare i cerchietti lungo lo stivale: disegnate con penna sul foglio di Eva Foam arancione 8 cerchietti della dimensione di una moneta da 1 centesimo, dopodiché prendete lo stivale e progettate dove inserirli tracciandone il contorno con penna e tenendo conto di lasciate circa 6,5 tra il primo ed il secondo, 9,5 tra il secondo ed il terzo e 8,5 tra il terzo ed il quarto.

I cerchietti di foam grandi quanto una moneta da 1 centesimo

In ultimo incollate tutti i cerchietti dove avete precedentemente deciso e cercate di incollarli anche nell’altra parte dello stivale, seguendo le indicazioni scritte precedentemente.

Avete completato lo stivale! Ecco il risultato finale:

Lo stivale completato 1/2
Lo stivale completato 2/2

Spero che questi tutorial vi siano piaciuti. Alla prossima!

Default image
Anna Rita Artale
Articoli: 3

Rispondi